KRYOFLUX – SECONDA PARTE

Può sembrare non necessaria questo tipo di scheda poiché i floppy disk in formato IBM/DOS sono ancora disponibili ed anche i drive sono facilmente reperibili con attacco USB.

In realtà l’utilità della scheda è dovuta essenzialmente alla possibilità di copiare dischi formattati in modo insolito che spesso non possono essere letti dalle unità floppy USB.

Uno dei formati che creano problemi sui drive USB sono quelli in formato DMF , una formattazione della MICROSOFT in grado di utilizzare 1680 Kb al posto dei canonici 1440 Kb ed utilizzati per distribuire il software. Il formato DMF è supportato da Windows 3.1, Windows NT 3.5, Windows 95 e versioni successive, tuttavia i dischi floppy in tale formato non possono essere copiati né con MS-DOS DiskCopy né mediante la funzione Copia disco di Windows.
Altre utility sono in grado di portare la capacità dei floppy disk fino a 2 Mb per cui non si riescono a copiare con i normali comandi.
Questi floppy grazie alla scheda Kryoflux vengono copiati senza problemi

I floppy disk possono subire una degradazione del supporto, essenzialmente per tre motivi:

 

Leggi l’articolo completo

I commenti sono chiusi.