Commodore 128D

Verso la fine del 1985, la Commodore rilasciò sul mercato europeo una nuova versione della C128 con un telaio ridisegnato. Il Commodore 128D, ha un telaio di plastica con una maniglia sul lato, ed incorpora un floppy drive 1571 nel telaio principale, la tastiera integrata è stata sostituita con una staccabile ed aggiunto una ventola di raffreddamento. La tastiera ha due gambe pieghevoli per cambiare l’angolo di battitura.

 

 

 

 

 

C128 Mode: La nuova CPU 8502 è completamente retrocompatibile con il C64 infatti emula perfettamente il 6510, ma può andare ad una velocità doppia. Tuttavia, il chip VIC-II chip che controllava la visualizzazione a 40 colonne del display non poteva operare alla frequenza di clock più veloce, per cui in modalità “fast mode” le 40 clonne non erano visibili. Il Basic V.2.0 del C64 è stato sostituito con il BASIC 7.0, molto più potente. Questo BASIC includeva le parole chiave progettato specificamente per sfruttare le capacità della macchina. E ‘inoltre inserito un editor di sprite (molto utile nello sviluppo di giochi arcade) e un monitor di linguaggio macchina. L’editor di schermo è stato ulteriormente migliorato e un pulsante di reset è stato aggiunto al sistema.

 

 

CP/M Mode: La seconda CPU (la Zilog Z80), ha permesso al C128 di far girare il CP/M. Il C 128 è venduto in bundle con CP/M 3.0 noto anche come CP/M Plus. Questa versione era compatibile con il CP/M 2.2 e l’emulazione di terminale ADM31/3A.Purtroppo, il C128 faceva girare il CP/M molto lentamente, poichè il processore Z80 aveva una velocità effettiva di 2 MHz al posto del più comune 4-6 Mhz.

 

 

C64 Mode: Questo computer integrava interamente la ROM BASIC e KERNAL del C64 (16 KB totale). Questo ha portato al funzionamento dei giochi del C64 (quasi il 100%)La modalità di C64 poteva essere lanciata in vari modi:

  • Tenendo premuto il tasto logo Commodore, quando il sistema veniva avviato
  • Usando il comando ‘GO 64’ nel BASIC
  • Inserendo una cartuccia C64 nella porta sul retro

CARATTERISTICHE

Classe Di Computer Home Computer

Paese D’origine Stati Uniti D’america

Produttore Commodore Business Machines Inc.

Presentazione 1985

Inizio Commercializzazione 1985

Fine Commercializzazione 1989

Esemplari Venduti-

Prezzo Di Lancio-

Cpu 8502 e zilog Z80

Frequenza Cpu 2 Mhz e 4 Mhz

Chip audio MOS 6581 “SID”

Fpu Non Presente

Mmu Non Presente

Altri Coprocessori

Rom 64 Kb Ram Di Serie

128 KbRam Massima 512 Kb

Sistema Operativo Di Serie Kernal

Altro Software Di Serie Commodore Basic 7.0 e CP/M 3.0

EASTER EGG Scrivendo l’istruzione SYS 32800,123,45,6 comparivano i nomi delle persone che hanno progettato il C 128. E’ stato sviluppato da un team guidato da Herd Bil. Gli altri sono stati:Dave Haynie: Responsabile principalmente l’integrazione e analisi dei tempi Frank Palaia, che era in grado di integrare il processore Zilog Z80 a commodoreFred Bowen: Sviluppo di Kernal (nome che Commodore era il nucleo del sistema operativo, residenti nel rom)Von Ertwine: CPM (o CP / M Programma di controllo per microcomputer), una sorta di sistema operativo per la Zilog Z80. È riuscito a eseguire il 8563 chip (chip video per monitor 640×200)Dave DiOrio: Team leader di IC (circuiti integrati), sviluppatore del VIC (Video Interface Chip, NTSC / PAL, 40 colonne x 25 righe)Victor: Integrazione di MMU (Memory Management Unit)Greg Berlino: sviluppatore di Disk Drive 1571Dave Siracusa: Software Developer per 1571 {tab Note}NOTEL’alta compatibilità con il Commodore 64 è dovuta al fatto che i più importanti componenti del C64, come il VIC, il SID e le ROM del BASIC 2.0 e del KERNAL del 64 sono presenti anche nel C128 e grazie al fatto che la CPU MOS 8502 è completamente retrocompatibile con il 6510. Si possono collegare al C128 tutte le periferiche del C64, incluse le cartucce, che fanno partire automaticamente il C128 in modalità 64.A volte (rarissime in realtà) però in modalità 64 si presentano differenze rispetto ad un C64 “vero”, e questo talvolta genera blocchi, dovuti soprattutto all’utilizzo da parte del software degli indirizzi di memoria del chip MMU, visibile al software anche in modalità 64.Ciascuna delle due CPU può indirizzare al massimo 64 kilobyte, quindi i 128 kB di RAM possono essere visti solo dopo essere stati suddivisi in due banchi e commutando fra essi. Una strana caratteristica: se era premuto il tasto CAPSLOCK alcuni programmi del C64 non funzionavano.

I commenti sono chiusi.