Commodore CDTV

Commodore CDTV

Commodore CDTV

Il Commodore CDTV (Commodore Dynamic Total Vision) è basato sulla piattaforma informatica Amiga, è quindi nella sostanza un computer Amiga special purpose dedicato alla lettura di CD nei suddetti formati.

In quanto computer il Commodore CDTV detiene un primato: è il primo computer della storia commercializzato con di serie un lettore di CD-ROM.

 

CDTV vista interna

CDTV vista interna

Il CDTV sostanzialmente è un”Amiga 500 dotata di drive per la lettura di compact disc, il tutto inserito in un chassis nero dall”aspetto simile a quello di un videoregistratore o di un lettore di DVD-Video stand-alone. Il CDTV è stato però commercializzato senza tastiera, floppy disk drive e mouse. Disponibili all”epoca come accessori, se aggiunti lo fanno diventare quindi un home computer comparabile all”Amiga 500.

CDTV Gestione CD-ROM

CDTV Gestione CD-ROM

Rispetto all”Amiga 500 il CDTV ha di serie un joypad/telecomando a raggi infrarossi che permette la fruizione dei titoli multimediali su CD-ROM stando comodamente seduti sul divano del salotto.

Il CDTV, oltre ai CD-ROM con contenuti multimediali e interattivi (enciclopedie, corsi di lingua inglese, videogiochi, ecc.), è in grado di leggere anche CD Audio e CD+G (CD plus Graphics). Se dotato di floppy disk drive esterno (disponibile all”epoca come accessorio), è poi in grado di leggere anche tutto il software Amiga disponibile su floppy disk.

 

 

 

CDTV Preferenze

CDTV Preferenze

 

 

 

PREFERENZE

Il sistema prevedeva un opzione per le preferenze di sistema.

Oltre che la lingua era possibile selezionare uno screensaver, il tipo di televisione e l’audio.

Con l’aggiunta di altre periferiche le preferenze mostravano altre opzioni.

 

 

 

MICROPROCESSORE

L”MC68000, comunemente noto come Motorola 68000, è un microprocessore CISC a 16/32 bit inizialmente progettato, prodotto e commercializzato da Motorola,  in seguito prodotto e commercializzato dalla Freescale Semiconductor, ex Semiconductor Products Sector di Motorola da cui si è separata nel corso del 2004.
Questo microprocessore riesce ad indirizzare fino a 16 Mb di ram quindi è più che sufficiente per i 512 Kb contenuti nell”Amiga 500.

IL CHIP “AGNUS”

Agnus: era il responsabile dei 25 canali DMA a disposizione della macchina e del refresh della DRAM riservata ai chip custom. Agnus conteneva:

Copper: era un circuito-processore dotato di un set interno di sole 3 istruzioni (MOVE, WAIT, SKIP). Permetteva di cambiare i registri hardware in sincronia con il pennello video, liberando la CPU da questo onere. Questa tecnica permetteva ad esempio di cambiare modalità video nel mezzo dello schermo, visualizzare più colori e più sprites. AmigaOS traeva vantaggio del Copper per implementare il concetto di Schermo.
Blitter: anche l”introduzione di questo circuito fu una vera rivoluzione. Prima di Amiga solo alcune costose workstation grafiche disponevano di Blitter. Era un circuito inserito nel coprocessore che implementava alcune primitive grafiche in hardware. Elaborando un bitplane alla volta poteva combinare fino a tre porzioni di schermo, rettangolari (A, B e C) copiandole in una quarta zona rettangolare (D). I cosiddetti BOB (Blitter OBject), cioè quelli che in altri sistemi sono semplici “sprite”, su Amiga erano entità grafiche mobili realizzati dal Blitter. Una delle loro caratteristiche peculiari grazie al Blitter, era di essere indipendenti dal refresh di tutto il resto dello schermo grafico. Ad esempio il puntatore del mouse di Amiga è un bob. Il Blitter implementava un”altra primitiva grafica: il disegno di una linea, durante il disegno di essa poteva effettuare anche un fill.
(Fonte WIKIPEDIA)

CHIP “SUPERDENISE”

Denise era il chip preposto a generare il segnale video (15 KHz). La palette disponibile di Amiga era grazie a Denise di 32 colori da 4096, eccezionale per l”epoca. Denise metteva a disposizione una modalità a bassa risoluzione (320×256 negli Amiga venduti per il sistema televisivo PAL, 320×200 per gli
 Amiga venduti per il sistema televisivo NTSC) ed una ad alta risoluzione (640×256 PAL, 640×200 NTSC) e diverse modalità intermedie, e gestiva nativamente l”interlacciamento per arrivare fino a 320×512 o 640×512 (320×400 o 640×400 NTSC). Le temporizzazioni video erano parzialmente programmabili e si potevano inoltre ottenere risoluzioni prive di bordi (overscan). Una particolarità veramente degna di nota è il fatto che Denise poteva segnalare sul connettore video se stava visualizzando il colore di background o meno, Questo permetteva di realizzare effetti genlock o chroma key con apparati notevolmente economici per l”epoca. Interlacciamento, overscan e genlock fecero di Amiga la macchina di riferimento per le produzioni video a basso costo

(Fonte WIKIPEDIA)

IL CHIP “PAULA”

Paula: integrava in sé diverse funzioni, tra cui l”audio e le porte Input/Output. La parte che pilotava l”audio forniva 4 canali DAC (Digital to Analogue Converter) PCM 8 bit, in modalità stereo (2 sul canale destro, 2 sul sinistro). Ogni canale aveva un volume a 6 bit ed un controllo di periodo. Un canale poteva modulare l”altro in periodo o volume (da cui 8+6 14 bit). I campioni audio potevano essere forniti via DMA o via CPU. Con il DMA la frequenza di campionamento, relata alle temporizzazoni video, era programmabile fino a circa 29 KHz. Era possibile applicare un filtro passa basso sull”uscita audio. I 4 canali audio vennero col tempo ritenuti insufficienti e si svilupparono mixer software (trackers) capaci di spingere Paula ai suoi limiti.
L”hardware audio era dunque di tutto rispetto per l”epoca, ed è rimasto insuperato in qualità per una decina di anni circa, anche con l”avvento delle prime schede Soundblaster ad 8 bit per i PC compatibili. Tuttavia la mancanza di una economica porta MIDI integrata, a causa di scellerate politiche economiche del settore marketing di Commodore, fece sì che ad Amiga i musicisti preferissero gli Atari ST che ne erano dotati di serie.
(Fonte WIKIPEDIA)

CARATTERISTICHE

Classe di computer
Lettori multimediali
Paese d”origine
Stati Uniti
Produttore
Commodore Business Machines Inc.
Presentazione
5 gennaio 1991
Inizio commercializzazione

Fine commercializzazione

Prezzo di lancio
750.000 lire
CPU
MC68000 a 7,09 o 7,16 MHz
FPU
non presente
MMU
non presente
ROM
256 KiB
RAM di serie
1 MiB
UI di input gestite di serie
tastiera alfanumerica e
mouse a due tasti
UI di output gestite di serie
display video e stampante
Drive incorporati
1 drive per la lettura di compact disc
Drive bay generici
non presenti
Porte I/O
Uno slot per schede (per salvare i punteggi giochi), 1 slot video, 1 estensione DMA, mouse e joystick ad infrarossi, parallela, seriale, 15Khz RGB video, floppy esterno, stereo RCA audio jack (16 bit), uscita video composito a colori , MIDI In / Out, jack per cuffie
Periferiche di serie
Telecomando con tastiera
Sistema operativo di serie
AmigaOS 1.2 o 1.3

MANUALI

PUBBLICITA

I seguenti link portano al sito “retrodv” dove sono presenti vari tipi di pubblicità oltre quelle del CDTV

You Won’t Recognize The Famous Computer In This Ad. Or The Value.

 

EASTERN EGG
Alla locazione $00F098 è presente un messaggio :”CDTV ROM is dedicated in memory of our friend and fellow Amigan: Robert A. Peck”

Un altro eastern egg è presente eseguendo questa serie di tasti:


• Andare nelle preferenze e scegliere la lingua “American”
• Premere la freccia sinistra sul telecomando sino alla lettera non è “O”.
• Quando compare la lettera “O”, premere destra per digitare la frase “Commodore CDTV Remote Controller”
• premendo: LRLLRLRLLLLLLLLLRLLLRLLLRLLL.
• Questo trucco farà comparire al posto delle lingue i nomi dei responsabili del progetto CDTV.

NOTE

LINK

I commenti sono chiusi.