Ashton-Tate e Dbase

30 anni fa la Ashton-Tate ha creato il primo database personale e fino all”avvento della concorrenza con prodotti migliori e con caratteristiche avanzate è stato il leader del suo settore.

DBASE di Ashton-Tate è stata una delle più popolari applicazioni per i primi PC degli anni 80.

Questo software deriva da Vulcan un programma per computer scritto da Wayne Ratliff in linguaggio assembly per il sistema operativo CP/M. Il nome Vulcan deriva dal pianeta di origine di Spock un personaggio della famosa serie televisiva Star Trek.Nel 1979 Vulcan fu pubblicizzato sulla rivista informatica Byte e venduto per 7.000 dollari. Commercialmente non fu un grande successo.

Vulcan venne rinominato in dBase II e per motivi di marketing la Ashton-Tate pensò che fosse da evitare la versione 1, quindi dBase I non fu mai rilasciata.

Ashton-Tate ha iniziato a distribuire il popolare sistema di gestione dei database dBASE per sistema operativo CP/M nel 1980.

La popolarità del dBASE è dovuta alla sua semplicità e facilità d”uso. Il DBASE è caratterizzato, oltre che dal motore del dbase, da un linguaggio di programmazione chiamato DBASE-LANGUAGE, creazioni di query e costruzioni di maschere.Quando l”IBM nel 1982 ha iniziato a distribuire i primi PC, la Asthon-Tate ha convertito il programma per questa piattaforma, diventando subito uno dei pochi programmi professionali per il PC.

Fondata nel 1980 da George Tate e Hal Lashlee, Ashton-Tate ha preso quello che era stato sviluppato come un semplice programma per gestire un torneo di calcio dell”ufficio ha trasformato l”azienda in una multinazionale. Il linguaggio di programmazione ha favorito enormemente lo sviluppo di applicazione, sia in ambito casalingo che professionale. Molte aziende hanno utilizzato il DBASE per creare software che in seguito ha rivenduto con enorme successo.

I commenti sono chiusi.